it 0322-248892 info@nuovamenteviaggi.it

TOUR DELL’ANDALUSIA

-
-

Prenota

Salva tra i preferiti

Adding item to wishlist requires an account

388

Perchè prenotare subito?

  • Garantisce il posto
  • Assistenza
  • Assicurazione compresa

Dubbi?

Non esitare a chiedere informazioni

0322-248892

info@nuovamenteviaggi.it

6 giorni | Dal 1 al 6 marzo 2012
Periodo : Dal 1 al 6 marzo 2012
Milano malpensa
Andalusia
DESCRIZIONE

.

DETTAGLI

GIORNO 1
ITALIA – GRANADA Incontro all’aeroporto di Milano Malpensa alle ore 09:55 con l’accompagnatore e imbarco sul volo Easyjet delle 11:55 per Malaga. Arrivo a Malaga alle 14:35, ritiro dei bagagli da stiva e trasferimento in bus a Granada, ai piedi della Sierra Nevada, città magica e affascinante, centro culturale primario durante la dominazione dei Mori e poi durante il Rinascimento spagnolo, oggi è anche una vivace città universitaria. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

GIORNO 2
GRANADA
Prima colazione in hotel. Al mattino visita guidata del più importante monumento di Granada: l’Alhambra, il più celebre complesso architettonico dell’arte araba in Andalusia, piccola città reale fortificata sulla sommità della collina della Sabika, che domina la città. L’Alhambra è composta da diversi edifici, come l’Alcazaba (la Cittadella), il Palazzo di Carlo V e lo straordinario Palazzo dei Nasridi, la dinastia che volle ricreare in questi spazi il paradiso in terra. Accanto all’Alhambra si trova il Generalife, tenuta estiva dei sovrani arabi, con gli incantevoli giardini con sentieri, siepi, fontane e laghetti. Pranzo libero. Nel pomeriggio proseguiremo con la visita guidata del centro di Granada,dove si trovano i più importanti edifici cristiani: la grande Cattedrale in stile gotico-rinascimentale e la Capilla Real, dove sono sepolti i re cattolici che presero la città ai Mori, Isabella di Castiglia e Ferdinando d’Aragona. Il passato arabo è testimoniato da luoghi come il Corral del Carbon, antico cortile adibito a mercato dei cereali e locanda per mercanti e dall’Alcaiceria, un tempo mercato della seta, ancora oggi del tutto somigliante a un souk. Su una collina oltre il fiume Darro si estende il vecchio quartiere arabo di Granada, l’Albaicin, con ripide viuzze acciottolate, giardini moreschi e una vista unica sull’Alhambra. Cena e pernottamento.

GIORNO 3
GRANADA – CORDOVA – SIVIGLIA Prima colazione. Partenza per Cordova e visita guidata dell’antica capitale del califfato di Al-Andalus che fu nei secoli X e XI la più popolosa e colta città d’Europa. Il più importante monumento di Cordova, che testimonia il suo passato islamico, è la Mezquita, l’immensa Cattedrale-Moschea, inziata nel 785, il cui soffitto è sorretto da più di 850 colonne di granito e marmo e al centro della quale venne edificato nel XVI secolo il tempio cristiano. Pranzo libero. Nel pomeriggio non mancherà una passeggiata nella Juderia, l’antico quartiere ebraico, un dedalo di vicoli e piazzette, case imbiancate a calce con fiori alle finestre e cancelli in ferro battuto che racchiudono i patios, ancora oggi cuore pulsante della vita domestica nel centro di Cordova. Partenza per Siviglia, capoluogo dell’Andalusia, città con un patrimonio artistico e architettonico che va dal romano all’islamico, dal gotico al barocco e un’atmosfera frizzante e allegra. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

GIORNO 4
SIVIGLIA Prima colazione. Incontro con la guida per la visita del centro della città, sulla riva sinistra del Guadalquivir, dove sorge il Real Alcazar, la residenza reale voluta da Pietro I nel 1346, costruita in mezzo ai palazzi dei sovrani almohadi e capolavoro dell’arte mudéjar. Il palazzo venne ampliato dai successori ed è oggi un vasto complesso, con cortili moreschi spelndidamente decorati (come il Patio de las Doncellas), saloni con ricchi ornamenti (come quelli di Carlo V e il Salone degli Ambasciatori) e giardini con terrazze, fontane e padiglioni.
Pranzo libero. L’angolo più pittoresco di Siviglia è da sempre il Barrio di Santa Cruz, l’antico quartiere ebraico, un labirinto di bianchi vicoli, patii e piazze nascoste abbellite con fiori e alberi d’arancio. Nel cuore di Siviglia sorge l’immensa Cattedrale gotica, la terza chiesa più grande del mondo, costruita nel Quattrocento al posto della moschea almohade. L’interno racchiude preziosi tesori come il Retablo mayor, la grandiosa pala d’altare lignea realizzata da artisti spagnoli e fiamminghi. Nell’edificio è ospitata anche la tomba di Cristoforo Colombo. Accanto alla Cattedrale si erge la Giralda, l’antico minareto della moschea, mentre sull’esterno del lato nord si apre il Patio de los Naranjos, con al centro la fontana dove si lavavano le mani i fedeli ai tempi dei Mori, all’ombra di 66 alberi d’arancio. Cena in ristorante con spettacolo di flamenco, la danza tradizionale andalusa. Pernottamento

GIORNO 5
SIVIGLIA – RONDA – COSTA DEL SOL. Prima colazione. Partenza per Ronda. Attraverso fertili pianure e paesaggi desertici, pascoli di tori e canyon la strada ci condurrà sulle alture dei pueblos blancos, i paesi imbiancati secondo la tradizione moresca, dove lo stile di vita è rimasto immutato nei secoli. Pranzo libero. Il più suggestivo di questi villaggi è Ronda, abbarbicata su un altopiano spaccato dalla fenditura della gola di El Tajo, profonda 100 metri, in cui scorre il fiume Guadalevin. Visita guidata del centro storico, che risale in gran parte alla dominazione araba, con stradine acciottolate, inferriate alle finestre, piccole piazze. A Ronda si trova anche la Plaza de Toros più antica di Spagna, risalente al 1785, considerata uno dei templi sacri della tauromachia. Al termine della visita, partenza per la Costa del Sol. Attraverso le montagne della Serranìa de Ronda, si raggiungeranno le sponde del Mediterraneo. Sistemazione in hotel a Torremolinos o dintorni, cena e pernottamento.

GIORNO 6
COSTA DEL SOL – MALAGA – ITALIA. Prima colazione. Partenza per Malaga, e tempo a disposizione per una visita libera della seconda città dell’Andalusia. Pranzo libero. La città vecchia si irradia dalla Cattedrale, mescolanza di diversi stili e soprannominata la Manquita, poiché i lavori di una delle due torri campanarie non vennero mai ultimati. Ai piedi della collina su cui sorge il Castello di Gibralfaro, accanto alle rovine del Teatro Romano, sorge l’Alcazaba, antico palazzo-fortezza dei governatori musulmani. Malaga è anche nota per essere la città natale di Pablo Picasso, al quale è stato dedicato nel 2003 un Museo che raccoglie oltre 200 opere dell’artista. Trasferimento in aeroporto per il volo di ritorno in partenza alle 15:10 e in arrivo a Malpensa alle 17:35.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi